Affinché sia possibile ottenere il trasferimento intrauterino degli embrioni conservati dopo la morte di uno dei due genitori, rilevano, oltre il divieto di soppressione embrionaria crioconservata e il divieto della crioconservazione oltre i limiti di cui all’art. 14 l. n. 40/2004, l’impossibilità per il partner di revocare il proprio consenso alla PMA dopo la fecondazione e il diritto della donna ad ottenere, sempre, il trasferimento degli embrioni crioconservati, come indicato nelle linee guida del 2015. …
Diritto e Giustizia

Si scontra con il principio di “tipicità” degli atti dello Stato civile e con il loro contenuto “vincolato” la domanda volta ad ottenere la rettifica dell’atto di nascita, attraverso la sostituzione della “maternità” e della “paternità” con l’indicazione generica di “genitore 1” e “genitore 2” ovvero con quella volta ad attribuire la stessa qualità di “madre”.   …
Diritto e Giustizia

Il cumulo dei redditi dei coniugi ai fini della concessione del patrocinio a spese dello Stato è escluso anche in relazione alle cause di separazione consensuale, poichè tali procedimenti non prescindono dalla presenza di interessi confliggenti tra i coniugi. …
Diritto e Giustizia

Respinte le obiezioni proposte da una donna a fronte della pronuncia di scioglimento del suo matrimonio emessa in Tribunale e confermata in Appello. Decisivo lo scorrere del termine triennale dalla omologazione della separazione consensuale. Impossibile, checché ne dica la donna, parlare di “riconciliazione” della coppia, a fronte di incontri meramente occasionali. …
Diritto e Giustizia

L’obbligo di mantenimento dei genitori consiste nel dovere di assicurare ai figli, anche dopo il raggiungimento della maggiore età ed in proporzione alle proprie risorse economiche, la possibilità di completare il percorso formativo prescelto e di acquisire la capacità lavorativa necessaria a rendersi autosufficiente. …
Diritto e Giustizia

È irrilevante la mera espressione di volontà dei genitori di accudire il minore in seno alla famiglia di origine, rispetto all’interesse del minore stesso, in assenza di concreti riscontri in merito alla concreta attitudine della famiglia biologica ad assicurare allo stesso il miglior apporto alla formazione ed allo sviluppo della sua personalità.     …
Diritto e Giustizia