La sentenza resa nel giudizio di opposizione all’esecuzione, anche se pubblicata dopo l’ordinanza di assegnazione della somma emessa dal giudice dell’esecuzione, «accerta ora per allora il diritto del creditore procedente di agire in executivis per il credito portato dal titolo, legittimando il debitore che veda accolta l’opposizione – in tutto od in parte ove la contestazione attenga al quantum – ad esperire nei confronti del creditore soddisfatto l’azione di ripetizione della somma che risultasse indebitamente assegnata dal giudice dell’esecuzione».   …
Diritto e Giustizia

Il legislatore ha inserito le strade urbane di scorrimento di cui all’art. 2, comma 2, lett. d), c.d.s., nell’elenco dei percorsi sui quali è ammesso l’uso dei dispositivi di controllo automatico a distanza. Quali sono però i requisiti che la strada deve presentare per essere considerata strada urbana di scorrimento?   …
Diritto e Giustizia

L’omessa spedizione in forma esecutiva della copia del titolo esecutivo rilasciato al creditore e da questi notificata al debitore determina una irregolarità formale del titolo medesimo, che deve essere denunciata nelle forme e nei termini di cui all’art. 617, comma 1, c.p.c., senza che la proposizione dell’opposizione determini l’automatica sanatoria del vizio per raggiungimento dello scopo, ai sensi dell’art. 156, comma 3, c.p.c..   …
Diritto e Giustizia

In caso di dipendenza economica di un’impresa rispetto ad un’altra, il recesso da tutti i contratti, comunicato con un unico atto dall’impresa dominante, deve ritenersi, ai sensi dell’art. 9, L. n. 192/98, abusivo e nullo, con la conseguente necessità di eliminare, in applicazione della regola di buona fede, il significativo squilibrio di diritti ed obblighi determinato dall’atto negoziale abusivo. …
Civile

A seguito della sentenza n. 77/2018 della Corte Costituzionale, devono considerarsi gravi ed eccezionali ragioni che consentono al giudice di compensare le spese di giudizio, oltre alle ipotesi espressamente previste all’art. 92 c.p.c., altresì i casi che rispondono alla medesima ratio della disposizione, come la complessità delle questioni giuridiche e la presenza di una giurisprudenza di merito molto contraddittoria presso lo stesso Tribunale.   …
Diritto e Giustizia

Nel giudizio svoltosi con una pluralità di parti scindibili, in altre parole cumulate nello stesso processo per un mero rapporto di connessione, la notificazione dell’impugnazione assolve alla funzione di litis denuntiatio volta a far conoscere al destinatario l’esistenza di una impugnazione incidentale nello stesso processo. Ne consegue che la parte costituitasi, che non svolge impugnazione incidentale, non ha diritto alla condanna in suo favore delle spese di giudizio a norma dell’art. 91 codice di rito che richiede la qualità di parte.   …
Diritto e Giustizia

A fronte di una presunzione di corretta contabilizzazione dei costi, in caso di contestazione, spetta al consumatore provare, anche per presunzione, la presenza di elementi anomali idonei ad inficiare e annullare la garanzia di corretta contabilizzazione. In caso di mancato deposito dei tabulati da parte del gestore telefonico, spetta al consumatore chiedere l’ordine di esibizione della documentazione ex art. 210 c.p.c..   …
Diritto e Giustizia

Anche Buttarelli riconosce l’importanza dell’accordo in Germania a tra privacy e antitrust a tutela dei consumatori. L’Italia resta sempre piu’ sola a valutare un accordo con l’Agcom invece che con l’Agcm – antitrust.

“The Federal Competition Authority has issued its decision on the lawfulness of Facebook’s data p – Questo e’ un Feed. Il testo completo e’ solo sul sito www.Civile.it. Solo i siti amatoriali o senza pubblicità sono autorizzati ad aggregare i nostri contenuti, grazie….
Civile.it