Il principio della domanda di cui agli artt. 99 Cod. proc. civ. e 2907 Cod. civ. comporta che sussiste il vizio di ultrapetizione, oltre all’ipotesi in cui vi sia stata pronuncia oltre i limiti delle pretese e delle eccezioni formulate o su questioni estranee all’oggetto del giudizio e non rilevabili d’ufficio, se il giudice ha esaminato e accolto il ricorso per un motivo non prospettato dalle parti. L’avvalimento può riguardare anche la certificazione di qualità. Al di là della tipologia di requisito prestato (capacità economico-finanziaria o capacità tecnico-professionale), va sicuramente esclusa la validità del contratto di avvalimento che applichi formule contrattuali del t…
Amministrativo

Nella Gazzetta Ufficiale n. 140 del 17 giugno 2019 è stata pubblicata la legge 14 giugno 2019, n. 55 recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, recante disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici” (c.d. decreto-legge “sblocca cantieri”)….
Amministrativo

La determinazione e richiesta dei contributi di costruzione non devono necessariamente avvenire “una tantum” al momento del rilascio del permesso di costruire, ben potendo (ed anzi dovendo) intervenire anche successivamente per l’eventuale differenza in favore del bilancio comunale, purché nell’ordinario termine di prescrizione decennale, e ferma restando la necessità (rispettata nel caso di specie) di riferimento a tariffe già approvate alla data del rilascio del permesso di costruire. Lo stabilisce il Tar Puglia, sez. I, 12 giugno 2019 n. 1008….
Amministrativo

Nelle gare pubbliche il termine per l’impugnazione dell’aggiudicazione da parte dei concorrenti non aggiudicatari inizia a decorrere dal momento in cui essi hanno ricevuto la relativa comunicazione e non dal momento, successivo, in cui la stazione appaltante abbia concluso con esito positivo la verifica del possesso dei requisiti di gara in capo all’aggiudicatario. Lo stabilisce il Consiglio di Stato, sez. V, sentenza 10 giugno 2019, n. 3879….
Amministrativo

Con deliberazione del 21 maggio 2019, l’ARERA ha integrato le disposizioni in merito alle modalità di esercizio del diritto di recesso dai contratti di fornitura di energia elettrica e gas naturale per i clienti finali di grandi dimensioni. Con un successivo provvedimento, adottato il 28 maggio 2019, l’Autorità ha dettato disposizioni alle imprese distributrici e ai venditori, per le imprese a forte consumo di energia elettrica, in ordine alla fatturazione e alla rateizzazione dei conguagli relativi all’anno 2017, nonché misure per la riduzione degli oneri finanziari dei venditori….
Amministrativo

Secondo il T.A.R. Lazio Roma, sentenza 17 giugno 2019 n. 7835, rientra nella giurisdizione del giudice ordinario la controversia avente ad oggetto la corretta decorrenza dell’iscrizione nel ruolo dei mediatori professionali, rientrando nella materia delle iscrizioni ad albi o ruoli professionali….
Amministrativo

Anche quando l’Amministrazione abbia individuato specifici operatori da invitare alla procedura negoziata, non può negarsi all’impresa non invitata di presentare la propria offerta. Lo ha stabilito la Sezione I del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia – Catania, con la sentenza n. 1380, pubblicata il 13 settembre 2017….
Amministrativo

In caso di gara in forma telematica il rischio inerente alle modalità di trasmissione (della domanda di partecipazione alla gara) non può far carico che alla parte che unilateralmente sceglie il relativo sistema e ne impone l’utilizzo ai partecipanti; e se rimane impossibile stabilire se vi sia stato un errore da parte del trasmittente, o piuttosto la trasmissione sia stata danneggiata per un vizio del sistema, il pregiudizio ricade sull’ente che bandisce, organizza e gestisce la gara. Lo stabilisce il Tar Puglia, sez. II, sentenza 10 giugno 2019, n. 977….
Amministrativo

Non può essere ammessa in gara pubblica una ditta che non ha presentato una domanda di concordato con continuità aziendale, ma la (diversa) istanza di concordato c.d. in bianco, con riserva di presentazione del piano e della restante documentazione richiesta dall’art. 186 bis L.F. nel termine concesso dal Giudice. Lo stabilisce il Consiglio di Stato, sez. VI, sentenza 13 giugno 2019, n. 3984….
Amministrativo

L’apertura di porte e di finestre sul prospetto di un edificio va sempre qualificato come intervento di ristrutturazione edilizia comportante modifica dei prospetti, assoggettato (tuttora) al regime del permesso di costruire ex art. 10, primo comma, lett. c), del d.P.R. 6 Giugno 2001 n. 380, non modificato dal decreto legge “Sblocca Italia” 12 Settembre 2014 n. 133, convertito in legge 11 novembre 2014 n° 164. Lo stabilisce il Tar Lazio, sez. II bis, sentenza 17 giugno 2019, n. 7818….
Amministrativo