L’equiparazione del rapporto tra giudizio abbreviato e patteggiamento al rapporto tra giudizio abbreviato e messa alla prova non è corretta perché la richiesta di sospensione del processo funzionale alla messa alla prova in vista dell’eventuale estinzione del reato assume valenza prioritaria, non suscettibile neppure di revoca implicita per effetto della richiesta di ammissione al rito abbreviato, da intendersi necessariamente effettuata con riserva.   …
Diritto e Giustizia

Ai fini della configurabilità del reato di cui all’art.5, lett.b), l. n. 283/62, il cattivo stato di conservazione degli alimenti – che il giudice può accertare pure in assenza di analisi di laboratorio mediante il ricorso ad altri elementi di prova – deve intendersi realizzato nel caso di evidente inosservanza di cautele igieniche e tecniche necessarie ad assicurare che le sostanze alimentari si mantengano in condizioni adeguate, prodromiche alla successiva vendita.   …
Diritto e Giustizia

La rinuncia all’azione preclude ogni attività giurisdizionale indipendentemente dall’accettazione dell’altra parte poiché ha l’efficacia di un rigetto nel merito della domanda, «facendo venire meno l’interesse delle controparti alla prosecuzione del giudizio per ottenere una pronunzia negativa sull’azione proposta dall’attore».   …
Diritto e Giustizia

Con riguardo alle società di persone, è configurabile un rapporto di lavoro subordinato tra la società e uno dei soci, sempreché la prestazione del socio non integri un conferimento d’opera, previsto dallo statuto e che l’attività lavorativa sia prestata sotto il controllo gerarchico di un altro socio, munito di poteri di supremazia, egualmente previsti dallo statuto.   …
Diritto e Giustizia

L’instaurazione del giudizio immediato per reati per i quali l’esercizio dell’azione penale deve avvenire con citazione diretta, precludendo all’imputato il diritto a ricevere la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini ex art. 415-bis c.p.p., determina una nullità di ordine generale a regime intermedio che non può, però, essere dedotta a seguito della scelta del giudizio abbreviato, in quanto la richiesta del rito speciale opera un effetto sanante delle nullità, ai sensi dell’art. 183 c.p.p..   …
Diritto e Giustizia

La quaestio juris affrontata dal Tribunale di Bologna con ordinanza del 30 settembre 2019, attiene ad una fattispecie in cui a seguito della disposta revoca della patente di guida, quale sanzione amministrativa accessoria alla condanna penale, si discute del dies a quo del termine triennale previsto dall’art. 219 ter c.d.s., al fine di stabilire la decorrenza del periodo previsto ex lege necessario prima che l’interessato possa conseguire una nuova patente, giungendo alla conclusione che il suddetto termine debba identificarsi non con il giorno dell’accertamento, inteso come data di commissione del reato, ma con quello del passaggio in giudicato della sentenza di condanna penale a cui …
Civile