La Corte costituzionale – con l’importante sentenza n. 265 del 2016 – ha avuto modo di cimentarsi con la delicata questione, promossa mediante ricorso dal Presidente del Consiglio, riguardante la legittimità o meno della possibilità per le Regioni di legiferare in materia di trasporti con particolare riferimento alla praticabilità dei servizi di “car sharing” e “Uber”. In particolare, decidendo in merito all’impugnazione di una legge regionale del Piemonte (che limitava il trasporto di persone ai taxi e al noleggio con conducente), la Consulta ne ha dichiarato l’illegittimità in quanto invasiva della tutela della concorrenza, costituente materia di competenza esclusiva …
Amministrativo