La Corte d’Appello rigettava la domanda dell’interessato, ritenendo insussistenti i presupposti economici per l’ottenimento dell’indennità di accompagnamento. L’istanza dell’interessato, però, era molto più ampia e si incentrava sulla richiesta generale del riconoscimento dello stato inabilità e delle conseguenti prestazioni assistenziali. Per gli Ermellini è tutto da rifare, in quanto nella sentenza di merito non vi è corrispondenza tra il chiesto e il pronunciato.   …
Diritto e Giustizia

Ai sensi della lettera d) dell’art. 6 legge n. 142/2001, che contiene una deroga al principio generale di divieto di incidenza in pejus sul trattamento economico minimo di cui all’art. 3 comma 1 della stessa legge, è consentito ridurre la retribuzione dei soci lavoratori.     …
Diritto e Giustizia

Il datore di lavoro, in sede di assunzione, pur potendo richiedere l’esibizione del casellario giudiziale ai fini della valutazione dell’attitudine professionale del lavoratore, non può rifiutare l’assunzione a causa dei carichi che risultino pendenti in capo a quest’ultimo.   …
Diritto e Giustizia