Per ottenere il provvedimento di revoca giudiziale dell’amministratore di condominio (secondo i casi previsti con elenco non esaustivo dall’art. 1129 c.c. nuova versione) ci si deve trovare di fronte a gravi irregolarità basate su «supposizioni che trovino riscontro in elementi e dati oggettivi, non essendo sufficiente un dubbio o una mera impressione».   …
Diritto e Giustizia

Gli Ermellini ripercorrono i principi giurisprudenziali in tema di opposizione al decreto ingiuntivo emesso per il pagamento delle spese condominiali di manutenzione straordinaria dell’impianto di ascensore, in relazione alla deducibilità dei vizi attinenti alla delibera assembleare di riparto e alla natura delle spese per l’ascensore.   …
Diritto e Giustizia

E’ illecita la soprelevazione realizzata dalla condomina, nel caso di specie una veranda sul proprio terrazzo, «che induca in chi guardi una chiara sensazione di disarmonia», anche se la fisionomia dell’edificio risulti già in parte lesa da altre modifiche preesistenti, salvo che lo stabile, a causa delle modalità costruttive o le modificazioni apportate, non si presenti «in uno stato di tale degrado complessivo da rendere ininfluente allo sguardo ogni ulteriore intervento».   …
Diritto e Giustizia

In tema di spazi riservati a parcheggio nelle nuove costruzioni, nel caso in cui operi a favore degli acquirenti delle singole unità abitative il diritto d’uso del parcheggio stesso in contrasto con la volontà contrattuale, spetta al venditore originario il diritto all’integrazione del prezzo.   …
Diritto e Giustizia

Nel caso di impugnazione, da parte del singolo condomino, della delibera assembleare di ripartizione delle spese ai fini dell’annullamento della stessa, il giudice competente per valore è il Giudice di Pace se la singola quota che graverebbe in capo all’attore è inferiore a 5mila euro.   …
Diritto e Giustizia

Nel caso di specie si contestata l’attività di b&b o affittanza breve di una condomina, secondo il Tribunale di Milano la locazione di parte di una singola unità di proprietà non può essere dichiarata attività illegittima perché contraria al regolamento condominiale, il quale vieta espressamente solo l’esercizio di affittacamere, locanda, pensione od albergo.   …
Diritto e Giustizia

Le azioni reali contro singoli condomini o contro terzi e dirette ad ottenere statuizioni sulla titolarità, sul contenuto o sulla tutela dei diritti reali dei condomini su parti o cose dell’edificio comune (ad esclusione degli atti meramente conservativi), possono essere esperite dall’amministratore condominiale solo previa autorizzazione da parte dell’assemblea a maggioranza qualificata.   …
Diritto e Giustizia